lunedì 16 ottobre 2017

Otaku Sailor! Anteprima Fumetto Fantasy: "The Quest vol. 2" di Lorenzo Maglianesi (Noise Press)

Cari astronauti,
avete voglia di una serie a fumetti? Allora aprite gli occhi davanti alla prossima uscita targata Noise Press!


Rubrica che naviga nell'universo manga, fumetti e anime!
non solo made in Japan

Si tratta di un fantasy, secondo volume di un'irriverente serie ispirata ai clichè del genere.
L'albo uscirà questo mese e lo troverete anche al Lucca Comics & Games 2017, presente allo stand Noise Press assieme all'autore.

"Dalla geniale mente di Lorenzo Maglianesi, tornano John Due di Picche e il Guerriero.
Dopo un periodo di lavorazione particolarmente lungo (ricordiamo che Lorenzo è one man show: scrive, disegna, colora e inchiostra tutto da solo) torna il fantasy targato Noise Press. Tutti i clichè di questo genere narrativo si mettono al servizio di un’irriverente ma epica avventura!"
L'editore




Titolo: The Quest Vol. 2
Autore: Lorenzo Maglianesi
Editore: Noise Press
Data di uscita: Ottobre 2017
Pagine: 72
Formato: cartaceo
ISBN: 978-8899501129
Prezzo: € 8,00
Link per l'acquisto: amazon


Sinossi:
I Valverders sono barbari sanguinari o amanti della musica? Oppure un popolo di razziatori? E se fossero tutte e tre le cose contemporaneamente? John Due di Picche e il Guerriero incroceranno le loro strade con questi feroci guerrieri e la leggendaria ricchezza del loro re. Il secondo volume di The Quest, sempre ad opera di Lorenzo Maglianesi, vi scaraventa in un gigantesco tourbillon di risate, citazioni, violenza e belle donne!


Leggi le tavole in anteprima:
(clicca per ingrandire)

 


L'autore:
Lorenzo Maglianesi è one man show: scrive, disegna, colora e inchiostra tutto da solo.




Avete ingrandito le tavole? Davvero spiritose ^^
Voi cosa ne pensate? 
Su amazon potete prenotare fin da ora il secondo volume, ma se avete in progetto di andare al Lucca Comics & Games, vi consiglio di passare allo stand Noise Press per avere l'occasione d'incontrare l'autore e avere una copia autografata ;)



Concorso letterario: Selezione Inediti Digital Book 2017 (Il Terebinto Edizioni)

Carissimi astronauti,
se avete un testo nel cassetto, che sia una poesia, un racconto, un romanzo o un saggio, il post di oggi è fatto apposta per voi!
Affrettatevi però, perché scade il 31/10/17!
In bocca al lupo ;)


Rubrica dedicata ai concorsi per scrittori/illustratori 
che desiderano emergere!

Il Terebinto Edizioni indice la prima edizione del concorso di selezione Digital Book. L’obiettivo è quello di scoprire e valorizzare i nuovi talenti letterari e dare la possibilità agli autori emergenti di pubblicare gratuitamente le proprie opere.
Qui di seguito trovate alcuni dettagli.


Comunicato Stampa



La Selezione è sostenuta da un progetto editoriale ambizioso e dinamico. Le opere selezionate saranno infatti pubblicate avvalendosi delle tecnologie digitali più all’avanguardia. Sarà sfruttato infatti il POD (print on demand) di Amazon, la più grande libreria del mondo, e oltre al cartaceo le opere saranno disponibili anche in ebook (mobi e epub).

La Selezione – gratuita e aperta a tutti – è riservata a opere inedite in riferimento alle seguenti sezioni:

SEZIONE A – Poesia

SEZIONE B – Racconto lungo

SEZIONE C – Romanzo

SEZIONE D – Saggio


È possibile scaricare il bando sul sito della casa editrice, all’indirizzo www.ilterebintoedizioni.it


venerdì 13 ottobre 2017

Pioggia di Stelle #31: Segnalazione ebook GRATIS "Concerto d'addio" di Marisa Giaroli (Self-Publishing)

Cari astronauti,
dopo il post di questa mattina torno con un ebook gratuito da segnalarvi!

Segnalazioni di Ebook scaricabili gratis, legalmente,
per un periodo di tempo limitato: affrettatevi!


L'ebook è disponibile gratuitamente per un periodo di tempo limitato, dunque affrettatevi ;)
Si tratta di un intrigante romanzo storico tra Israele e Italia.




Titolo: Concerto d'addio
Autrice: Marisa Giaroli
Editore: Self-Publishing
Genere: Storico
Data di uscita: Maggio 2017
Pagine: 240
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 978-1546686668
Prezzo: € 12,47 cartaceo EBOOK GRATIS A TEMPO LIMITATO!
Link per scaricarlo: amazon


Sinossi:
Annamaria, Stella e Beniamino sono i protagonisti di un intrigante romanzo storico che si svolge tra Italia e Israele.

Inizia negli anni sessanta quando il nostro Paese era tutto un fervore industriale ed era facile trovare lavoro.

Annamaria è giovane, bella e innamorata. Ma la vita ha in serbo per lei alcune sorprese che la renderanno cinica e capricciosa.

Stella crede di aver perso tutto e invece incontra di nuovo l’amore. Ma anche le due carte saranno scompigliate proprio quando sul suo volto c’era di nuovo il sorriso.

E Beniamino? Chi è in realtà il valente pianista e direttore d'orchestra che si esibisce sui palcoscenici dei teatri più prestigiosi del mondo entusiasmando il pubblico? Perché è infelice? Cosa sta cercando? Forse qualcosa che si è perduto negli anni della sua giovinezza.

Fin dalle prime pagine di questo avvincente romanzo storico, Marisa Giaroli immerge il lettore in un’atmosfera densa di aspettative e di interrogativi, facendolo sentire complice e partecipe delle vicende dei protagonisti, fino a quando...


Un romanzo storico dal ritmo incalzante, tipo del “giallo”, che prende il lettore fin dalle prime pagine.
Giuria Premio Letterario “Il Setaccio”

La narrazione ha il ritmo immediato della presa in diretta, di un avvenimento di or ora. Ma l'autrice possiede sufficiente mestiere perché la materia si alzi ai piani dell'arte.
Gianni Stacchiotti, imprenditore

Ho avuto tra le mani il romanzo storico di Marisa e in due notti consecutive l'ho letto voracemente. Affascinante come non ti aspetti e scorre che è una favola. Una perla nascosta ma imperdibile.
Maria Santini, impiegata e mamma


L'autrice:
Marisa Giaroli per diversi anni ha fatto parte dell'Associazione Nazionale della Pace, per la quale ha visitato i campi profughi della Palestina e dell’ex Iugoslavia.
Si è recata in vari Paesi con aiuti umanitari tra cui l’Albania.
Nel 1989 è stata in Israele quale inviata per l’iniziativa europea Time for Peace.
Nel 1990 ha ricevuto il premio alla cultura istituito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Nel 1991 ha fatto parte della delegazione che si è recata a Fort Worth (Dallas – Texas) per il gemellaggio di tale città con Reggio Emilia.
Per due mandati ha fatto parte del Consiglio di Amministrazione di Ater balletto e ha seguito la compagnia in varie tournée in Italia e all’estero.
Nel 2011 con altre volontarie ha fondato l’Associazione Reggiana neuro oncologica onlus di cui è presidente.
È nata e vive a Reggio Emilia dove ha scritto il romanzo storico che avrebbe da sempre voluto scrivere, e leggere.




Cosa ne pensate, carissimi?
Io ho colto subito l'occasione; Fatemi sapere se lo scaricate anche voi!



5 Cose Che... #79: 5 Libri di cui rimando la lettura da molto tempo + Speciale Venerdì 13: 5 Cose che mi Terrorizzano!

Carissimi astronauti,
eccoci a un nuovo appuntamento con la rubrica ideata dal blog Twins Book Lovers.
L'iniziativa si svolge ogni venerdì, e ogni volta si tratta un argomento diverso; dai libri ai fumetti, dai telefilm ai film, talvolta anche canzoni e locations!
Vi ricordo che la partecipazione è libera e aperta a tutti; basta iscriversi QUI.

Questa volta, però, oltre all'argomento prestabilito dal sondaggio nel gruppo facebook, la blogger Sonia de Il Salotto del Gatto Libraio ha proposto di fare (per chi volesse) un "5 Cose Che" pensato per la giornata di oggi: Venerdì 13! Essendo anche Ottobre, il mese di Halloween, lo trovo pertinente, per cui ho deciso di fare entrambe le liste in programma!





5 Libri di cui rimando la lettura da molto tempo
Libreria di aNobii aiutami tu!
Se volete curiosare, eccola qua.


1. "Le Cronache di Narnia" di C.S. Lewis


Prima del film "Il leone, la strega e l'armadio" non sapevo neanche che esistesse questa storia, ed essendo rimasta profondamente colpita (ricordo ancora l'emozione appena uscita dal cinema!) acquistai il cofanetto completo di tutti i libri appena ne ebbi l'occasione.
Io e i libri pesanti (nel senso letterale del termine) abbiamo però un problemino: facciamo fatica a entrare in confidenza; la mole mi scoraggia!
Ecco perché il libro è in attesa da allora... e vedo che il film è uscito nel 2005! Dovrei imparare a prendere i libri singoli anziché le raccolte; concetto facile che però non mi entra ancora in testa!

Sinossi: Viaggi fino alla fine del mondo, creature fantastiche, epiche battaglie tra il bene e il male: cosa avrebbe potuto aspettarsi di più un lettore? Scritto nel 1949 da C.S. Lewis, "Il leone, la strega e l'armadio" inaugurò la serie dei sette volumi che sarebbero divenuti celebri come "Le Cronache di Narnia". Un capolavoro che trascende il genere fantasy, ormai riconosciuto tra i classici della letteratura inglese del Novecento. C.S. Lewis lo scrisse con la dichiarata intenzione di rivolgersi ai bambini, ma non solo a loro. Era convinto, infatti, che "un libro non merita di essere letto a dieci anni se non merita di essere letto anche a cinquanta". Un'incredibile girandola di personaggi (fauni, ninfe, streghe, animali parlanti, eroici guerrieri), per il ritmo incalzante dell'avventura, ma anche per l'insolito spessore che tradisce l'immensa cultura di un autentico scrittore, noto medievalista dell'Università di Oxford, capace di attingere dalla vasta letteratura inglese quanto dalle allegorie dantesche. La presente edizione offre al pubblico italiano il testo integrale delle "Cronache di Narnia" in un unico volume, con una traduzione completamente aggiornata e con un breve saggio in appendice, inedito in Italia, in cui Lewis stesso spiega cosa significhi per lui "scrivere per i bambini".


2. "Il sentiero dei nidi di ragno" di Italo Calvino


Alle superiori, la prof. d'italiano ci costrinse ad acquistare questo libro; all'epoca ero una ribelle, e appunto perché ero obbligata non riuscii mai a leggerlo, anche perché lei ce lo propinava in classe nelle ore dedicate alla letture ad alta voce, così lei poteva dormire... non scherzo :P
E' il libro che avevo pensato di leggere a Settembre in occasione della sfida di lettura del mio blog (Made in Italy Books Challenge) ma ho mancato l'obiettivo perché mi sono dedicata ad altre letture! Purtroppo (dico così perché col tempo ho cominciato ad apprezzare Calvino) il libro è ancora in attesa, ed essendo grandicella sono, ehm... 16 anni che prende polvere! :O 
Corro a nascondermi.

Sinossi: Dove fanno il nido i ragni? L'unico a saperlo è Pin, che ha dieci anni, è orfano di entrambi i genitori e conosce molto bene la radura nei boschi in cui si rifugiano i piccoli insetti. È lo stesso posto in cui si rifugia lui, per stare lontano dalla guerra e dallo sbando in cui si ritrova il suo piccolo paese tra le colline della Liguria, dopo l'8 settembre 1943. Ma nessuno può davvero sfuggire a ciò che sta succedendo qui e nel resto d'Italia. Neppure Pin. Ben presto viene coinvolto nella Resistenza e nelle lotte dei partigiani, sempre alla ricerca di un grande amico che sia diverso da tutte le altre persone che ha conosciuto. Ma esisterà davvero qualcuno a cui rivelare il suo segreto? Il romanzo di bruciante intensità che ha segnato l'esordio di Italo Calvino


3. "Brava a Letto" di Jennifer Weiner


Erano gli anni in cui uscì "Il diario di Bridget Jones", e quando mi ritrovai davanti a questo libro per puro caso, attirata dal prezzo e da una trama che mi ricordava quel film, lo acquistai convinta che mi sarebbero aspettate delle grasse risate.
Le aspetto ancora.

Sinossi: Cannie Shapiro ha ventotto anni. È carina, è spiritosa, ha tanti amici. Ha persino un lavoro che le piace: scrive, con humor e stile, per il quotidiano della sua città, il Filadelfia Examiner. Beh, la cosa che si nota a prima vista è che è grassa. O, se preferite, "rotonda", "appetitosa", "sensuale". La cosa non la turba più di tanto, o almeno è una delle cose della sua vita che riesce a gestire con una giusta dose di ironia. Questo fino alla mattina in cui la sua amica Samantha non le telefona sul posto di lavoro per chiederle "Lo hai visto?". Visto cosa? Il cosa è l'articolo che il suo quasi-ex-fidanzato, Bruce, giornalista per una popolare rivista di moda, dedica alle sue rotondità. Un pezzo dal titolo imbarazzante: "Brava a letto. Amare una donna abbondante". Cannie è sconvolta. Lo shock la proietta in una dimensione nuova, fatta di dolore e insicurezza, ma anche di ironia, di incontri improbabili, di colpi di scena, delle scommesse e delle vittorie che le regaleranno l'anno più travolgente e incredibile della sua vita.


4. "Le Parole che non ti ho detto" di Nicholas Sparks


Questo libro l'ho ricevuto in regalo nel mio periodo adolescenziale di fissa per Sparks; dopo aver letto "Come un'uragano", "Le Pagine della nostra vita", "I passi dell'amore" e "Un cuore in silenzio", dovevo leggere una delle sue opere più celebri perché, se non sbaglio, è stato il primo suo libro da cui hanno tratto un film. Ebbene, non ho visto il film e non ho ancora letto il libro! E' arrivato quando la mia fissa per Sparks stava sfumando...

Sinossi: Theresa Osborne, giornalista di Boston, divorziata e madre di un ragazzino dodicenne, raccoglie sulla spiaggia, durante una vacanza, una bottiglia contenente una lettera. Garrett, l'uomo che la firma, ha perso la donna amata e le strazianti parole del suo messaggio insinuano in Theresa una sottile curiosità. Profondamente turbata da emozioni che non riesce a frenare, Theresa si avventura, grazie anche a fortunate coincidenze, in una località turistica della costa alla ricerca del protagonista di questo amore infelice.


5. "Cuore di Tenebra" Joseph Conrad


Se non sbaglio, ho questo libro dalle scuole medie! C'era un tizio (di una casa editrice?) che ci aveva proposto l'acquissto di tre libri a un prezzo davvero economico, dunque io scelsi "Sogno di una notte di mezza estate", "Rapa Nui, l'isola di Pasqua", e quest'ultimo classico di J. Conrad. 
E' un libro piccolissimo, pochissime pagine, ma non so perché non l'ho ancora letto! Eppure mi attira ancora parecchio.

Sinossi: Marlowe racconta di aver avuto l'incarico di sostituire un capitano fluviale ucciso dagli indigeni nell'Africa centrale. Si imbarca su una nave francese e, giunto alla stazione della compagnia, vede come gli indigeni muoiano di stenti e di sfruttamento. Dopo un lungo viaggio di duecento miglia sul fiume rintraccia Kurtz, un leggendario agente capace di procurare più avorio di ogni altro. In realtà Kurtz, uomo solo e ormai folle, è quasi morente. Viene convinto a partire, ma muore sul battello che lo trasporta, dopo aver pronunciato un discorso che non può nascondere "la tenebra del suo cuore".




Speciale Venerdì 13:
5 Cose che mi Terrorizzano
Adesso mi espongo... non fatemi scherzi del genere, eh! XD


1. Il vuoto


Non si tratta della sola vertigine quando guardo verso il basso, perché a me le vertigini vengono anche se sollevo la testa per guardare un cielo stellato! Sento il bisogno di aggrapparmi a qualcuno mentre lo faccio, come se avessi paura dello spazio che mi separa dal resto, come se avessi bisogno di ancorarmi a un'altra persona per essre stabile... chissà, forse la vera paura è quella di perdere me stessa, o di perdere il contatto con la realtà. O forse sono semplicemente insicura.
Ad ogni modo, anche se devo salire uno sgabello mi viene la tremarella!


2. Entrare nell'acqua quand'è buio


C'era un tempo in cui al mare con gli amici andavamo a tuffarci anche la sera (ora a Rimini sarebbe impensabile, visti anche gli ultimi fatti di cronaca), ma non so bene quando, ho cominciato ad avere il terrore di entrarci. Non ho paura dell'acqua ma di cosa possa trovare sotto i piedi! 
Non so se vi è mai capitato di camminare sulla sabbia e sentire qualcosa di imprecisato che vi sfiora o vi struscia... brr! La mia paura di non sapere cosa c'è sott'acqua è tale che si riflette persino sui videogiochi: ci sono state due occasioni in cui ho provato un terrore che non riuscivo nemmeno a procedere nell'avventura, ed è stato con "Okami" e con "Monster Hunter Tri"; in entrambi i casi ero terrorizzata soprattutto perché sotto le acque sapevo che si nascondeva un drago cattivissimo! 

Monster Hunter Tri: la tensione prima di avvistare il Lagiacrus... poi lo vedi... ma a quel punto ti vede anche lui e scatta! Waaa!

Vi farà ridere a pensare che io sono l'amante dei draghi che ci sta scrivendo una saga... viva le contraddizioni!


3. Quando sono sola, rientrare a casa a una certa ora e sentirsi avvolgere dal buio e dal silenzio


Tutte le volte che rientravo dalla lezione serale di danza o dopo un'uscita con un amica, la strada che facevo dalla macchina al portone di casa era per me piuttosto rapida: procedevo spedita con le chiavi già pronte in mano perché sono terrorizzata dal ritrovarmi sola al buio e col silenzio, soprattutto perché, di giorno, la mia via è trafficatissima! Mi sento in pericolo, esposta... ditemi che non sono l'unica!


4. Toccare il pesce fresco a mani nude


Più invecchio e più mi nascono strane fobie... l'ultima è questa, e non ne ero nemmeno consapevole! Fatto sta che un giorno ho preso le alici fresche dal frigo per cucinargliele alla mia cagnetta (dieta casalinga; niente crocchette a causa delle intolleranze) quando la codina di uno di quei pesci mi ha sfiorato la mano e io... sono scoppiata a piangere!!! Mi sono sentita ridicola e mi vergogno anche a scriverlo; non mi era mai successo di provare un terrore ingiustificato come questo, poi ho sempre nuotato anche al largo, munita di pinne e maschera in località esotiche a fare snorkeling... che cavolo mi prende? O_o
Ho risolto indossando i guanti da cucina. Se ho questo "schermo", riesco a cucinare; altrimenti no. Mi passerà?


5. Assistere a una rissa


Sono una persona estremamente tranquilla, quindi se vedo scoppiare una rissa scatta quel mio "senso del pericolo" per cui mi viene d'allontanarmi il più possibile mentre il cuore va già a mille... e mi ci vuole anche un po' prima di tranquillizzarmi, specie se vedo il gesto dell'aggressione (un pugno, un calcio...). Vivendo a Rimini mi è capitato spesso e non solo in discoteca, anzi, in discoteca era il meno visto che ci sono i buttafuori e al massimo si trattava di spinte... in quei casi non mi agitavo nemmeno; sapevo che ci pensava qualcuno. Ma per strada spesso le situazioni possono degenerare.
A tal proposito, complimenti al Governo per i tagli di stipendio alle forze dell'ordine :P




Ho concluso in modo amaro... ma torniamo a noi e ad argomenti più leggeri!
Cosa ne pensate dei libri che non mi sono ancora decisa a leggere?
Li conoscete?
Voi li avete letti?
E riguardo alle 5 cose che mi terrorizzano, cosa ne pensate? Abbiamo qualcosa in comune?

Ordunque, quali sono i 5 libri di cui rimandate la lettura da molto tempo e quali sono le 5 cose che vi terrorizzano?

Lasciate nei commenti le vostre opinioni in proposito e le vostre eventuali 5/10 scelte; se poi siete tra i blog partecipanti all'iniziativa, passo volentieri a curiosare! ;)

Nel gruppo di discussione Facebook "Blogger: 5 Cose Che " abbiamo deciso tutti gli argomenti di Ottobre; prendetene nota e aggiungetevi al gruppo per partecipare!


20 Ottobre - 5 autori che mi incuriosiscono
27 Ottobre - le 5 case editrici più presenti nelle nostre librerie






giovedì 12 ottobre 2017

Anteprima Antologia Fantascienza "Sarà sempre Guerra" di AA. VV. a cura di GianFilippo Pizzo (La Ponga Edizioni)

Cari astronauti,
giornata stressante per me, ma eccomi finalmente a ritagliarmi un momento di relax qui sul blog, e niente meno che presentandovi un'anteprima!

Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

Si tratta di un'antologia a tema fantascientifico che La Ponga Edizioni propone per la sua collana "Cose che voi umani".
Il libro lo troverete in anteprima a Stranimondi (Milano - 14/15 Ottobre 2017), ma ora ve ne do un assaggio con tanto di estratti!




Titolo: Sarà sempre guerra
Autori: AA. VV. a cura di GianFilippo Pizzo
Editore: La Ponga Edizioni
Collana: Cose che voi umani
Genere: Fantascienza
Data di uscita: 14 Ottobre 2017
Formato: cartaceo ed ebook
Pagine: 300
ISBN: 9788897823650
Prezzo: € 19,00 cartaceo / € 3,50 ebook
Link per l'acquisto: prossimamente

"La guerra è una componente umana.
Le motivazioni potranno cambiare
ma l’uomo sembra quasi avere bisogno di combattere, difendere e attaccare
e la nostra nuova antologia curata da Gian Filippo Pizzo racconta attraverso l’occhio della fantascienza ogni aspetto legato ad essa."
L'editore

Sinossi:
Da sempre, la guerra è parte dell’uomo. Lo era nel passato e, per quanto la possiamo percepire come qualcosa di lontano, è parte del nostro presente. Sempre uguali le motivazioni, in continua evoluzione i mezzi tecnici con cui gli uomini sterminano i propri simili. Non importa perché, l’importante è uccidere e farlo sempre meglio. La fantascienza, letteratura d’indagine per definizione, è uno strumento di grande potenza per esplorare una condizione tanto legata alla natura umana. Questo Gian Filippo Pizzo lo sa bene e, forte della sua quarantennale esperienza nel mondo della fantascienza, realizza un’antologia tematica di grande attualità.


"Il Pantano® è una merda. La più carogna delle merde. Non sono un chimico, sono solo un sottufficiale della Nato, e non saprei spiegarvi che cazzo ci sia dentro quei dannati cilindretti."
(Dario Tonani)

_O_

"Il buio li raggiunse dopo due ore di viaggio, quando avevano già superato il ponte di ferro ed avevano raggiunto la pianura. Loro si muovevano prevalentemente di notte, perché vedevano al buio. Pattugliavano le strade in piccoli gruppi e camminavano dondolando, come gli uccelli. Parlavano tra loro in una lingua dai suoni cupi. Sitra Achra.”
(Irene Drago)

_O_

"La guerra va incontro a tutte le esigenze, anche quelle pacifiche. La guerra è il sistema più spiccio per trasmettere una cultura. Dio, com’è bella la guerra con i suoi canti e i suoi lunghi ozi. L’uomo è guerra. Il XXI, il XXII secolo lo sono stati e lo sono più che mai. Come non capitolare al fascino apocalittico della guerra, specie oggi, nel 2130?”
(Vittorio Catani)

_O_

“Davvero i nostri capi sapevano quel che stavano facendo? Ed era proprio vero stessimo esercitando uno sforzo adeguato a conseguire la vittoria? Quel che al momento era visibile ed evidente a ognuno, era gli scarsi risultati conseguiti. Ogni giorno peggio, ogni giorno una novità negativa, uno schermo di energia che saltava, specialmente nei quartieri popolari, 
oppure che veniva occasionalmente bucato.”
(Mauro Antonio Migliaruolo)


Gli autori:
Vittorio Catani, Stefano Carducci & Alessandro Fambrini, Lorenzo Fabre, Dario Tonani, Franco Ricciardiello, Stefano Tevini, Vito Introna, Irene Drago, Giulia Abbate, Gian Filippo Pizzo, Mauro Antonio Migliaruolo, Italo Bonera, Michele Piccolino, Francesco Grasso.




Cosa ne pensate, carissimi?
Personalmente trovo che il genere della fantascienza sia perfetto per raccontare un tema controverso come la guerra...
Fatemi sapere nei commenti!


Presto il link per l'acquisto! ;)

La mia serie Urban Fantasy / Paranormal Romance / Sci-Fi